martedì, Gennaio 31, 2023
Cinema14 film di Natale che (forse) non hai visto

14 film di Natale che (forse) non hai visto

Una lista di film Natalizi alternativi, che soddisfano tutti i gusti.

È arrivata la prima neve, la radio passa canzoni di Natale… manca solo la cioccolata calda e il film giusto per completare il quadro.

Ma anche voi siete stufi dei soliti film natalizi passati ogni anno alla TV? Tranquilli, ci pensiamo noi…

…ecco alcuni film di Natale che (forse) non conosci:

1. Rent (2005)

Rent (2005)
Rent (2005)

Rent è un film del 2005 diretto da Chris Columbus. È un adattamento cinematografico dell’omonimo musical di Broadway di Jonathan Larson vincitore del Premio Pulitzer e di diversi Tony Award. Il film racconta la vita di alcuni artisti bohémien e della loro sessualità, uso di droghe, della loro vita all’ombra dell’AIDS e del loro tentativo di (non) pagare l’affitto. È ambientato nell’East Village di Manhattan a New York tra il Natale del 1989 e il 1990. Il film, diretto da Chris Columbus, ha visto ritornare sei membri (degli otto protagonisti) dal musical originale di Broadway per riprendere i loro ruoli nel film.

2. Tokyo Godfathers (2003)

Tokyo Godfathers (2003)
Tokyo Godfathers (2003)

Un trio di senzatetto trova un neonato abbandonato in un bidone della spazzatura. Con i pochi indizi a loro disposizione, i tre cercano per le strade di Tokyo un aiuto per restituire il bambino ai suoi genitori. Forse non è un titolo facile trovare in una lista dei migliori film di Natale, io stessa ne ignoravo l’esistenza fino a quando l’anno scorso un amico non mi ha proposto di vedercelo insieme. All’inizio mi sono chiesta più volte cosa stessi guardando, dato che è a tratti folle, ma alla fine mi sono resa conto che era la commedia natalizia di cui davvero avevo bisogno. Se siete stanchi delle solite storie copia-incolla che passano in tv, e siete amanti dell’animazione, questo è il film che fa per voi.

3. Regalo di Natale (1986)

È la vigilia di Natale e tre vecchi amici, Ugo, Lele e Stefano, si incontrano la sera per giocare una partita a poker. Invitano al gioco, sotto consiglio di Ugo, anche un misterioso industriale, l’avvocato Antonio Santelia, della cui vita privata poco si conosce tranne il fatto che ama giocare ed è noto nel giro per le ingenti perdite. Scritto e diretto da Pupi Avati è stato presentato alla 43° mostra del cinema di Venezia, ed è valso la Coppa Volpi a Carlo Delle Piane. Se cercate un film di Natale un po’ diverso dal solito è sicuramente il titolo di cui avete bisogno. Quando ho visto questo film per la prima volta mi veniva da sorridere al pensiero di quello che possono aver pensato gli spettatori che nell’86, al cinema, si siano visti un Abatantuono completamente diverso da quello che conoscevano. “Ah, ma allora sa pure recitare!” a qualcuno deve essere uscito di bocca, considerando che “Attila il flagello di Dio” precede questa pellicola solo di pochi anni.

4. Benvenuti in casa Gori (1990)

Benvenuti in Casa Gori (1990)
Benvenuti in Casa Gori (1990)

Benvenuti in casa Gori è un film del 1990 tratto dall’omonima commedia di Ugo Chiti e Alessandro Benvenuti. Una famiglia si riunisce a tavola il giorno di Natale, finendo per affrontare rabbie e dissapori. A casa mia questo film è la Bibbia: possiamo citare intere scene a memoria e alcune frasi fanno ormai parte del nostro vocabolario. Fa parte di quei film che se abiti in toscana dovresti assolutamente vedere, come “il ciclone” e “Bagnomaria”.

5. Nativity! (2009)

Nativity! (2009)
Nativity! (2009)

Se cercate un po’ di humour inglese misto a atmosfera natalizia, Nativity! è una pellicola piacevole per tutta la famiglia, ma poco conosciuta fuori dalla Gran Bretagna.
Un insegnante di scuola primaria mente ai propri colleghi dicendo che la recita di Natale scolastica verrà vista da produttori di Hollywood… e di conseguenza l’intera scuola si prepara all’evento, che (ovviamente) sfugge di mano.

6. Carol (2015)

Carol (2015)
Carol (2015)

Quando penso ai film natalizi, penso subito alla scena iniziale di Carol, in un reparto magazzini addobbato per Natale negli anni ’50.
Ambientato nella New York del 1952, il film segue la storia di una giovane aspirante fotografa, Therese Belivet, e il suo rapporto con un’incantevole donna, Carol Aird, alle prese con un difficile divorzio.
Con una bellissima fotografia e delle attrici fenomenali (Rooney Mara ha vinto il premio di miglior attrice al Festival di Cannes 2015 per la sua interpretazione), Carol rientra tra i miei film preferiti da vedere in questo periodo dell’anno – ma anche tutto l’anno.

7. Il pupazzo di neve (1982)

Il pupazzo di neve (1982)
Il pupazzo di neve (1982)

The Snowman è un cortometraggio d’animazione britannico, trasmesso nel 1982 in televisione, ed è ancora ogni anno trasmesso nel Regno Unito durante le festività natalizie.

La storia è raccontata attraverso le immagini, l’azione e la musica di Howard Blake. Il cortometraggio è infatti muto, ad eccezione della canzone Walking in the Air. La musica orchestrale è eseguita dalla Sinfonia of London e la canzone cantata da Peter Auty, corista della Cattedrale di San Paolo di Londra.

8. Le Cronache di Narnia: Il Leone, la Strega e l’Armadio (2005)

Le Cronache di Narnia (2005)
Le Cronache di Narnia (2005)

Film del 2005 diretto da Andrew Adamson tratto dal romanzo omonimo incluso nella collana di libri “Le cronache di Narnia” di C.S.Lewis. Per me è un film perfetto da vedere sotto il periodo di Natale per i temi che trattata, un film per tutta la famiglia ambientato in un mondo pieno di magia e fantasy. Il tema della famiglia è centrale nella pellicola, i protagonisti sono questi fratelli che affrontano divergenze comuni a tutte le famiglie ma allo stesso tempo vivranno un’avventura non priva di pericoli per salvare il regno di Narnia circondati da fauni, streghe e animali parlanti. Un’avventura magica che non si risparmia di momenti che toccano il cuore.

9. Furyo – Merry Christmas, Mr. Lawrence (1983)

Furyo – Merry Christmas, Mr. Lawrence (1983)
Furyo – Merry Christmas, Mr. Lawrence (1983)

Una proposta natalizia poco conosciuta è Merry Christmas, Mr. Lawrence di Nagisa Ôshima. Se il Natale è senso di unione e vicinanza allora il film incarna questi valori perché tenta di unire culture e mentalità molto distanti tra loro. Siamo sull’isola di Giava nel 1942, in piena Seconda guerra mondiale, un colonnello britannico cerca di colmare le divisioni culturali tra un prigioniero di guerra britannico e il comandante del campo giapponese per evitare spargimenti di sangue. Alcune note di merito: David Bowie nel cast e le musiche sono di Ryūichi Sakamoto. Adesso fermatevi, preparatevi una tazza di te o di cioccolata calda ascoltandovi Forbidden Colours poi continuate a leggervi l’articolo sui film di Natale che potresti non conoscere per altri consigli.

10. Bianco Natale (Black Mirror, 2014)

Bianco Natale (Black Mirror, 2014)
Bianco Natale (Black Mirror, 2014)

Black Mirror è una serie TV antologica ideata da Charlie Brooker e distribuita su Netflix. Ogni episodio mostra l’impatto distopico che le nuove tecnologie hanno sulla società, i risvolti negativi che l’abuso di queste potrebbe avere in un futuro plausibile (non troppo lontano). Al tempo la serie mi piacque moltissimo per i temi trattati, tanto da spingermi ad abbonarmi per la prima volta a un servizio di streaming on demand.
Bianco Natale (White Christmas) è un episodio speciale della serie, della durata di 74’, andato in onda nel 2014 durante il periodo natalizio. Matt e Joe vivono da cinque anni isolati in una baita immersa in una pianura completamente innevata, non conoscono niente l’uno dell’altro. Il giorno di Natale però, Matt decide di preparare un pranzo e di raccontare la propria storia per cercare di instaurare un rapporto con Joe. Vengono raccontato attraverso dei flashback tre storie diverse, ma collegate tra loro dagli Z-Eyes, un dispositivo oculare di realtà aumentata che permette di condividere le esperienze vissute dai propri occhi con altre persone connesse.

11. Gremlins (1984)

Gremlins (1984)
Gremlins (1984)

Gremilins è una commedia horror natalizia per tutta la famiglia. Credo in molti abbiano sperato di trovare un batuffolo di mogwai tra i regali di Natale, al posto di un cucciolo di cane o di gatto. Qualora ne riceviate uno quest’anno ricordatevi queste tre semplici regole: 1) tenere lontano l’animale dalla luce troppo forte; 2) non bagnarlo con acqua; 3) non dargli da mangiare dopo mezzanotte. Se non sapete di cosa sto parlando dovete assolutamente recuperare questa pellicola di Joe Dante del 1984.

12. The Devil of Christmas – Inside No. 9 Speciale di Natale (2016)

The Devil of Christmas - Inside No. 9 Speciale di Natale (2016)
The Devil of Christmas – Inside No. 9 Speciale di Natale (2016)

Non smetterò mai di ripetere quanto la serie Inside No. 9 si meriti di essere conosciuta.
Invece è stata solo distribuita nel Regno Unito e in Australia.
Il duo di attori/autori composto da Reece Shearsmith e Steve Pemberton, ci regala uno speciale di Natale davvero particolare:
sul set di una sitcom anni ’70 sta venendo girato un film natalizio. Ne vediamo le scene intervallate da un commento del regista.
Come in ogni episodio della serie, i generi cinematografici si intrecciano e un plot twist finale ribalta ciò che si è visto fino a quel momento.

13. Parenti Serpenti (1992)

Parenti Serpenti (1992)
Parenti Serpenti (1992)

Parenti Serpenti è uscito nel 1992, io avevo due anni. Iniziavano proprio in quel periodo i miei pranzi di Natale in famiglia.
Sono uno strano animale nostalgico, lo so, ma il film rievoca un sacco di situazioni e di atmosfere della mia infanzia, anche se non dovrebbe.
Il film di Mario Monicelli è infatti un ritratto piuttosto fedele dei ritrovi di famiglia, senza troppi fronzoli: nevrosi, segreti, antipatie e, non ultimi, i due anziani genitori non più in grado di provvedere a loro stessi.
Insomma, un anti-film di Natale dall’ironia pungente da guardare da adulti, quando l’idea di famiglia perfetta è andata già da un po’ a farsi friggere.

14. Brian di Nazareth (1979)

Brian di Nazareth (1979)
Brian di Nazareth (1979)

Che Natale sarebbe senza un bel film biblico? Ben Hur? I dieci comandamenti? No, Brian di Nazareth del gruppo comico inglese Monty Python.
La vita di Brian inizia in una grotta vicina a quella dove nasce nello stesso momento anche Gesù. Le due vite poi finiranno per intrecciarsi e assomigliarsi. Be’, circa, perché quella di Brian sarà condita da humor inglese, sketch e situazioni nonsense.
Oltre all’indimenticabile Marco Pisellonio, ti si ficcherà in testa il motivetto “Always look on the bright side of life” (se non hai fischiettato, sei una brutta persona).

Quali sono i vostri film alternativi preferiti di Natale? Fatecelo sapere sui nostri canali social, Instagram e Facebook.

POTREBBERO INTERESSARTI

Articoli correlati

POPOLARI

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi aggiornamenti sui nostri contenuti e le nostre attività. Vuoi davvero perdere qualche articolo?