martedì, Gennaio 31, 2023
CinemaLGBTQ+ al cinema: ecco il report del 2021

LGBTQ+ al cinema: ecco il report del 2021

GLAAD ha pubblicato il report riguardo la rappresentazione LGBTQ+ al cinema nel 2021. Ecco cosa hanno scoperto.

GLAAD (Gay Lesbian Alliance Against Defamation) è un’organizzazione mondiale che si occupa di accrescere la responsabilità mediatica e il coinvolgimento della comunità nei media. Il loro scopo è quello di permettere che le vere storie LGBTQ+ vengano viste, sentite e attualizzate. Dal 2013 ha avuto inizio il primo Studio Responsibility Index (SRI), e nell’arco 10 anni si è vista incrementata la rappresentazione sullo schermo. GLAAD collabora con Hollywood per migliorare le storie raccontate e eliminare gli stereotipi. Ecco quindi il report del 2021.

Cinema e LGBTQ+ nel 2021: cosa ha scoperto GLAAD nel suo report?

1. I punti chiave

  • Nel 2021 sono diminuiti i film con al loro interno personaggi LGBTQ+, ma sono aumentati i film usciti in sala rispetto al 2020;
  • Per quanto riguarda i personaggi di colore si passa dal 40 al 39%, un piccolo passo indietro;
  • Si conta per la prima volta in cinque anni un personaggio transgender nella produzione di una grande major;
  • C’è stata una diminuzione dello screen time per i personaggi LGBTQ+: solo 7 su 28 (25%) appaiono per più di 10 minuti sullo schermo;

Ancora una volta non è stato rappresentato nessun personaggio con disabilità o che convive con l’HIV, entrambi aspetti importanti della comunità.

LGBTQ+ al cinema: ecco il report del 2021

2. Le case produttrici

Il rapporto annuale di GLAAD censisce la “quantità, qualità e diversità” del personaggi LGBTQ+ all’interno dei film. Hanno utilizzato i dati da Box Office Mojo per analizzare i film delle 7 maggiori case produttrici:

  1. Lionsgate
  2. Paramount Pictures
  3. Sony Pictures
  4. Universal Pictures
  5. Walt Disney Studios
  6. United Artist Releasing
  7. Warner Bros

3. Vito Russo Test

Per valutare i film GLAAD utilizza il Vito Russo Test, che prende il nome dal co-fondatore dell’associazione e storico del cinema. Per passare il test il film che viene preso in esame deve avere le seguenti caratteristiche:

  • Deve contenere almeno un personaggio che sia identificato come gay, lesbica, bisessuale, transgender, e/o queer;
  • Il personaggio non deve essere caratterizzato solamente dal proprio orientamento sessuale o identità di genere;
  • Il personaggio deve avere rilevanza all’interno della storia;
  • La storia del personaggio non deve basarsi su stereotipi.

Vediamo quindi quanti film del 2021 rispettano questi parametri.

4. I dati della comunità LGBTQ+ al cinema

Su 77 film rilasciati al cinema nel 2021, solo 16 avevano al loro interno personaggi LGBTQ+, che corrisponde al 20,8%. Circa 1,9% in meno rispetto al 2020.

Di questi 16 film:

  • 11 avevano al loro interno personaggi gay (69%)
  • 4 lesbiche (25%)
  • 2 bisessuali (13%)
  • 1 trans (6%)

28 personaggi LGBTQ+ sono apparsi nei film delle major nel 2021 e di questi: 19 erano uomini, 8 erano donne e 0 nonbinary, di cui 11 di colore (39%) e 0 disabili.

LGBTQ+ al cinema: ecco il report del 2021

5. Le classifiche

Nessuna delle 7 major è stata classificata da GLAAD come “sufficiente”. Facendo una comparazione la Disney è quella che ha il maggior numero di film inclusivi della comunità LGBTQ+. (5 su 12 film totali).

Lionsgate e Paramount non hanno invece inserito nessun tipo di rappresentazione nel 2021.

  • 5 film inclusivi della comunità LGBTQ+: Walt Disney Studio (su 12, 42%)
  • 4 film inclusivi della comunità LGBTQ+: United Artist Releasing (su 9, 44%)
  • 3 film inclusivi della comunità LGBTQ+: Universal Pictures (su 10, 30%)
  • 2 film inclusivi della comunità LGBTQ+: Sony e Warner Bros (su 15, 13% e su 17, 12%)
  • 0 film inclusivi della comunità LGBTQ+: Lionsgate e Paramount (su 8 e su 6)

Conclusioni

Quindi il lavoro da fare è certamente ancora molto lungo, siamo ancora ben lontani da una rappresentazione della comunità LGBTQ+ all’interno dei film, sia a livello di quantità che di qualità. Ma dei passi avanti, anche se piccoli sono stati fatti. Speriamo che i prossimi anni portino a dei successi in questa lunga battaglia. Allora, mentre aspettiamo il prossimo report, vi posso consigliare due serie tv Netflix a tema LGBTQ+ da guardare per non perdere la speranza di vedersi un giorno rappresentati su uno schermo.

POTREBBERO INTERESSARTI

Articoli correlati

POPOLARI

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi aggiornamenti sui nostri contenuti e le nostre attività. Vuoi davvero perdere qualche articolo?