martedì, Gennaio 31, 2023
NewsBambi diventa un film horror!

Bambi diventa un film horror!

Finalmente un po’ di notizie di spessore! Nell’epoca dei remake live action dei classici Disney, serve una ventata di aria fresca e di novità. Basta con attrici che non sanno cantare scritturate per interpretare La Bella e la Bestia; basta con film interpretati da animali in CGI. Il 2022, come detto da Dread Central, è l’anno in cui muore l’infanzia: Bambi diventa un film horror!

Lo so che sembra un scherzo, ma no, non lo è.

Purtroppo (forse).

Fine del copyright, fine dell’infanzia

Nel 2022, infatti, il libro Bambi: A life in the Woods, che ha ispirato il celebre film Disney, diventa di pubblico dominio. E il produttore Rhys Frake-Waterfield ha pensato bene di non perdere l’occasione. Lo aveva già fatto con lo scadere dei diritti di Winnie the Pooh, trasformandolo nello spietato assassino protagonista di uno slasher dal titolo Winnie the Pooh: Blood and Honey.

Il trailer è so bad, it’s good. Oltre al sangue e al miele, non mancano i seni rifatti e la pessima recitazione, elementi essenziali in ogni slasher che si rispetti.

Ci sono gli estremi per essere definito un capolavoro.

Bambi: The Reckoning - DALL-E
Immagini generate con DALL-E (se vuoi saperne di più, ne parliamo qua).

Bambi con la rabbia

Bambi: The Reckoning, questo è il titolo del film, sarà sempre prodotto da Rhys Frake-Waterfield, ma la regia in questo caso sarà affidata a Scott Jeffrey (non ho idea di chi sia, ho cercato su IMDb e ho trovato questa perla: Exorcist Vengeance). Sempre su Dread Central, il regista ha dichiarato che “il film sarà una riscrittura davvero dark della storia del 1928 che tutti conosciamo e amiamo. Trovando ispirazione dal design della creatura di Il Rituale (2018), Bambi sarà una malvagia macchina assassina che si nasconde nella natura. Preparatevi per un Bambi con la rabbia!

Insomma, non è uno scherzo: Bambi diventa un film horror. E sembra che con lo scadere di tutti i diritti di copyright, ci attenda un’ondata di horror trash dedicata ai cartoni Disney della nostra infanzia.

C’è soltanto una cosa sicura: non potrà mai essere peggio dell’ondata di remake live action.

Speriamo.

POTREBBERO INTERESSARTI

Articoli correlati

POPOLARI

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi aggiornamenti sui nostri contenuti e le nostre attività. Vuoi davvero perdere qualche articolo?